Introduzione

Ritorna a Unesco ” L’organizzazione internazionale

Organizzazione delle Nazione Unite
per l’Educazione, la Scienza, la Cultura e la Comunicazione

Come l’intera Organizzazione delle Nazioni Unite, l’UNESCO è nata dall’immensa aspirazione alla pace, cresciuta in seguito alle drammatiche esperienze di guerra del secolo scorso. La sua opera vuole contribuire al mantenimento della pace, del rispetto dei Diritti Umani e dell’uguaglianza dei popoli, attraverso i canali dell’Educazione, Scienza, Cultura e Comunicazione.

Uno degli obiettivi primari dell’UNESCO, dalla Seconda guerra mondiale ad oggi, è stato quello di ristabilire nel mondo condizioni idonee all’istruzione, attraverso la formazione di quadri insegnanti, la lotta analfabetismo, la ricostruzione degli edifici scolastici; tutto ciò nel rispetto delle situazioni culturali locali.

I programmi dell’UNESCO in questa prospettiva sono volti a favorire “l’accesso dei Paesi in via di sviluppo alle ricchezze della scienza e della tecnologia”. A tal fine sono stati realizzati, ad esempio, progetti per lo studio dei terreni e delle risorse marine, dello sfruttamento e del potenziamento delle risorse locali e della formazione di quadri tecnici autoctoni.

A fianco di questi settori, l’UNESCO si è inoltre occupato di raccogliere dati e informazioni nel campo delle scienze sociali, affinché le diverse nazioni potessero elaborare attente politiche di pianificazione volte alla canalizzazione delle proprie risorse. Il settore Scienze Sociali pone inoltre attenzione all’emancipazione di quelle fasce meno favorite della popolazione, quali gli emarginati, le diverse minoranze, le donne, gli immigrati e i rifugiati, coerentemente con la politica dichiaratamente antirazzista dell’Organizzazione.

In questo campo l’UNESCO è impegnato ad “ampliare gli scambi tra tutte le culture” per il vicendevole arricchimento e ad “affermare l’identità culturale di tutta la società”.

A tal scopo si è fatta promotrice di iniziative preposte alla salvaguardia dei singoli patrimoni culturali, intesi come Patrimoni dell’Umanità: siano essi monumenti, tradizioni, cultura orale, commemorazione di grandi figure, diffusione di opere letterarie, ecc.

L’impegno dell’UNESCO è teso a migliorare ed ampliare la diffusione dei mezzi di comunicazione affinché “ciascun individuo, comunità, nazione, possa far sentire la propria voce, parlare in prima persona delle proprie difficoltà, delle proprie speranze, dei propri bisogni”.